DISCOGRAFIA SOLISTA

Tecentosessanta cover

 TRECENTOSESSANTA  (2015)

Trecentosessanta come i gradi a cui si rivolge la musica di questo lavoro: jazz, folk, rock, funk e – novità assoluta nella discografia di Massimo – cinque brani cantati da fior di esecutori: CISCO BELLOTTI, ANDREA CHIMENTI, MARCELLO DE DOMINICIS, ROGER LUCEY e RAFFAELLO SIMEONI, in rigoroso ordine alfabetico. La presenza di questi cantanti così diversi tra di loro va di pari passo con la presenza di tutti i generi musicali che ruotano intorno alla musica celtica e che Massimo ha percorso in tutti questi anni. Pubblicato da Soffici Dischi è reperibile anche in tutte le piattaforme digitali.

PROMISES (2013)

Primo dei miei cd uscito per AI MUSIC, PROMISES è la summa dei lavori precedenti includendo anche il lavoro dei DUCTIA. Balza subito all’orecchio infatti l’uso del pianoforte, novità quasi assoluta nel mio repertorio solista, volutamente riservato in passato al suono del gruppo condiviso con STEFANO SANTONI e CARLO GNOCCHINI. Una strizzata d’occhio a certe atmosfere jazz rock, secondo le “regole” di quella contaminazione a me tanto cara, e tanto ritmo per ballare brani in stile irlandese e non solo, come sempre, unitamente a momenti di maggiore intensità emotiva.


TERRE IN VISTA (2011)


Scritto a quattro mani con Raffaello Simeoni, cantante e polistrumentista reatino,questo album allarga il fronte sonoro di Massimo grazie alla presenza di strumenti di carattere prettamente mediterraneo e soprattutto alla voce di Raffaello, che nel suo dialetto nativo (Rieti) canta in sette brani dei dieci presenti nell’album. Un caleidoscopio di immagini sonore riferite a luoghi, colori, anime diversissime tra loro, un autentico periplo dello spirito, sempre con lo sguardo rivolto verso la prossima terra in vista.

2009 – EPICA

La parola EPICA viene normalmente associata alla letteratura antica, greca o medievale, che narri le gesta di eroi coraggiosi e dame virtuose.

Questo disco non vuole essere la messa in musica di un’opera letteraria antica, che magari ha segnato il percorso studentesco di tutti noi e di tantissimi ragazzi ancora a venire. Piuttosto, è l’idea di fare una carrellata sulla tipologia dei personaggi che popolano questo tipo di racconti: fieri e orgogliosi, disposti perfino al sacrificio supremo ma al contempo anche esseri umani che, in quanto tali, sono immancabilmente fragili.

2007 – TRADITIONAL

Il recupero di vari brani tradizionali che erano apparsi nei cd allegati alla rivista CELTICA, rimixati e ripuliti per l’occasione.Meno tradizionale, forse,l’intento di partenza, e sicuramente il risultato finale…Da ricordare il brano JIG OF CRAN, suonato da due cornamuse: la mia e quella di ALAN ROBERTS, figlio di quel CHARLES ROBERTS che ha costruito il mio strumento e a cui devo molte delle mie fortune.

2005 – ANCESTRAL BREATH

Respiro ancestrale per cercare di recuperare, fin dove possibile, i ritmi e le profondità che furono propri delle civiltà passate e che l’era moderna ha quasi del tutto cancellato. Ritmi intesi non come musicali, bensì spirituali. Provate a fermarvi ad ascoltare il battito del vostro cuore o il vostro ritmo vitale e vedrete come sia ormai difficile stare un po’ con noi stessi, in ascolto. La musica può regalarci gli attimi che servono per riaccendere l’immaginazione, per riacquistare la capacità di entrare in profondità, a diretto contatto con la nostra anima.

2003 – INDOEUROPEAN

Questo mio secondo lavoro cerca di riportare le sonorità celtiche dal loro reale punto di partenza, più o meno il Pakistan…così si mescolano ritmi e sonorità irlandesi con quelli del Punjab per un lavoro decisamente originale.Da sentire BANGRA BALLAD al proposito, ma anche THE UNKNOWN o AROUND, quest’ultimo da sempre riproposto anche live. Segnalo inoltre che a dispetto di quanto (non) riportato sul libretto,  nel brano THE CELTICARAVAN TRAD SESSIONS suona l’unico ospite in tutta la mia discografia solista: il violino di VIERI BUGLI.

2001 – CELTICARAVAN

Nasce come colonna sonora per dei documentari sul mondo celtico, successivamente raccolti in un unico cd, che inaugura la mia carriera solista ed il sodalizio con 3ntini editore. Nel cd suono tutti gli strumenti nel disco e mi occupo anche della produzione artistica, avviando un trend che contraddistinguerà la mia produzione solista.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>